CAMMINARE LUNGO LE COSTE DEL LAGO DI GARDA

 

1. Salò nord - 2. Mokai Beach

Si può percorrere il lungo lago da nord fino al porto passando per il centro. Una passerella con gradini permette di superare il porto e di portarsi verso il lungolago sud, dove ci sono le spiagge.

Fotografia aerea

Torna alla cartina.

 

2. Mokai Beach - 3. Porto Portese

Dalla Mokai Beach si può proseguire in 2 modi. Noleggiando un pedalò o una canoa (alla fine delle spiagge) oppure costeggiando la strada (spesso vista lago) fino a Porto Portese, qui dopo il porto ci si avvia sul lungolago che costeggia la spiaggia ed infine si affronta una spiaggia più "selvaggia".

Fotografia aerea

Torna alla cartina

 

4. Baia del Vento - 3. Porto Portese

Dall'ingresso si può camminare verso nord sulla lunga spiaggia. Si noleggiano canoe e pedalò con i quali è facile raggiungere Porto Portese. Sconsigliamo il vecchio sentiero malandato. Neppure consigliamo (ma c'è chi lo fa) di proseguire camminando tra gli scogli nell’acqua bassa (qualche tratto con l'acqua più alta).
"Spettacolare" partire da qui in canoa per fare il giro dell’isola di Garda.

Fotografia aerea 1

Fotografia aerea 2

Torna alla cartina

 

4. Baia del Vento - 5. Porto San Felice

Camminando verso sud si raggiunge la fine della spiaggia, da qui sale un sentiero alla chiesa di San Fermo e si prosegue per uno dei più bei panorami sul lago. Un sentiero abbandonato (mai trovato) andava a Porto San Felice. Si può invece arrivarci con le canoe che noleggiano in spiaggia.

Fotografia aerea 1

Fotografia aerea 2

Torna alla cartina

 

5. Porto San Felice - 6. Romantica

Da San Felice si può camminare lungo la spiaggia per un buon tratto verso nord. Tornati al porto non si può proseguire verso sud e bisogna fare un lungo giro prima di raggiungere la spiaggia sud. Questa in seguito si fa sempre più stretta; per proseguire, in corrispondenza di alcuni campeggi, bisogna entrare in acqua (bassa), finché si raggiunge la grande spiaggia di Romantica.

Fotografia aerea

Torna alla cartina

 

6. Romantica - 7. Porto Torchio

La spiaggia di Romantica prosegue verso Porto Torchio ed oltre, verso Punta Belvedere (San Biagio), senza raggiungerla. Si può però noleggiare un pedalò o una canoa per raggiungere l'isola che si può raggiungere in alta stagione anche con un sevizio barca.

Fotografia aerea 1

Fotografia aerea 2

Torna alla cartina

 

9. Pisenze - 8. Isola San Biagio

Verso nord, alla fine della spiaggia, quando c'è l'acqua bassa si può raggiungere l'isola di San Biagio camminando. L'isola di San Biagio, che molti chiamano Isola dei Conigli, si può raggiungere coi pad che noleggiano in spiaggia. In realtà l'Isola dei Conigli è l'isolotto dopo l'isola di San Biagio ed è raggiungibile a piedi da questa quando l'acqua è bassa.

Fotografia aerea

Torna alla cartina

 

9. Pisenze - 10. Rocca

Verso sud, un sentiero sale sull'altopiano. Prima di raggiungere Punta Sasso, si stacca un sentiero più piccolo che sale, con una discreta pendenza, verso la croce, dove vi sono dei resti archeologici (Rocca). Vista su tutto il lago. Poco lontano un museo archeologico (raggiungibile anche in auto dalla parte opposta).

Fotografia aerea

Qui trovi una mappa

Torna alla cartina

 

9. Pisenze - Punta Sasso - 11. Porto Dusano

Verso sud, un sentiero sale sull'altopiano e raggiunge Punta Sasso (uno dei panorami più belli del lago).

Da qui un sentiero costeggia in alto tutta la scogliera e scende poi alla spiaggia poco lontano da Porto Dusano. Qui un altro sentiero costeggia verso nord fin sotto Punta Sasso.

Percorso abbastanza lungo. La spiaggia sotto la scogliera era/è frequentata dai naturisti.

Da Pisenze si può facilmente raggiungere Porto Dusano con una canoa, ma sulla spiaggia non ne noleggiano, noleggiano invece i pad.

Fotografia aerea

Qui trovi una mappa

Torna alla cartina

 

11. Porto Dusano - 12. Porto Dusano

A Porto Dusano, dopo i lavori di ampliamento del porto, non si può più proseguire verso sud. Bisogna prendere la normale strada per raggiungere la spiaggia di San Sivino. Andando verso nord, quando finisce la spiaggia si prosegue su una specie di marciapiede che ci porta a pochissimi metri da dove eravamo partiti (Porto Dusano).

Fotografia aerea

Torna alla cartina

 

13. San Sivino - 14. Moniga

Alla spiaggia Di San Sivino prendere verso sud (Baia Bianca). La grande spiaggia ad un certo punto si restringe e prima di arrivare a Moniga presenta un tratto un po' difficoltoso.

Fotografia aerea

Torna alla cartina

 

14. Moniga - 15. Lido di Padenghe

Da Moniga al lido di Padenghe si cammina su un comodo lungolago che costeggia una stretta spiaggia.

Fotografia aerea
Torna alla cartina

 

15. Lido di Padenghe - 16. Spiaggia del Canneto

Prendendo verso sud il lungolago affianca la spiaggia. Il lungolago, a volte, entra ed esce dai cantieri navali. Dopo il lido di Lonato non c'è più il lungolago e si cammina sulla spiaggia. Ad un certo punto la costa vira verso est e si fa più "selvaggia", si cammina su un sentiero fino alla bella Spiaggia del Canneto. Quest'ultimo tratto di costa era/è frequentato dai naturisti.

Fotografia aerea

Torna alla cartina

 

17. Desenzano nord - 18. Spiaggia d'Oro
Dal lido Desenzanino, il lungolago arriva al porto e prosegue verso sud. Dopo un parcheggio la passeggiata è bloccata per i lavori di rifacimento, fino alla Spiaggia d´Oro.
Dalla parte opposta di Desenzano, poco a sud di Desenzanino, in una piccola spiaggia, noleggiano i pedalò. Con questi si può raggiungere la Spiaggia del Canneto (verso nord).

Fotografia aerea 1

Fotografia aerea 2

Torna alla cartina


18. Spiaggia d’Oro - 19. Rivoltella - 20. La Zattera
Una bella passeggiata costeggia la zona sud di Desenzano. Spiagge, Porti, Piazzette, Locali, anche una “passeggiata” di legno sull’acqua.

Fotografia aerea

Torna alla cartina


21. Brema - 22. Sirmione

Una delle spiagge più ampie e più verdi del lago. Verso est c'è il porto di Colombare. Oltre il porto si trova il parco San Vito. Da qui si arriva sulla strada principale per Sirmione che costeggia a est la penisola. Passato il castello, tenendo la sinistra si arriva a costeggiare il lago fino quasi in punta. Poi si torna all’interno verso la Chiesetta di San Pietro in Mavino. Una strada scende al lido delle Bionde. Costeggiando la riva est si rientra.

Il percorso è facile, ma abbastanza lungo.

La punta di Sirmione è circondata da lastroni di pietra in parte sommersi. Camminando su questi è possibile spostarsi dal lido delle Bionde alla costa ovest, se lo permettono l’altezza dell'acqua e la sicurezza della scogliera dove si trova la villa (Grotte) di Catullo. A volte ci sono dei divieti di passaggio per pericolo di caduta massi

Fotografia aerea 1

Torna alla cartina


23. Porto Galeazzi - 24. Punta Gro

La camminata va divisa in due parti. Verso nord c'è la spiaggia del Porto Galeazzi. Verso est si va dal Porto di Lugana alla punta Gro. Per unire i due percorsi non resta che camminare sulla statale.

Fotografia aerea

Torna alla cartina


25. Fornaci - 26. Peschiera ovest

Spiagge (alcune ampie), stabilimenti balneari (uno anche per cani), piccoli porti (alcuni con noleggio), spazi verdi con alberi e canneti, locali, si alternano dalle Fornaci fino al lungo viale alberato di Peschiera.

Fotografia aerea 1

Fotografia aerea 2

Torna alla cartina

 

26. Peschiera ovest- 27. Gasparina

L'elegante lungolago di Peschierao prosegue verso nord, solo verso la fine è affiancato da spiagge.

Fotografia aerea

Torna alla cartina

 

27. Gasparina - 28. La Bosca

Comodo lungolago, affiancato da spiagge, specialmente nella parte centrale.

Fotografia aerea

Torna alla cartina

 

29. Lazise - 28. La Bosca

Da Lazise, verso sud, si cammina su una lunga e larga spiaggia. Solo dopo la punta inizia il lungolago che più avanti si trasforma in un bel “selvaggio” sentiero, per riallargarsi e giungerre alla spiaggia della Bosca.

Fotografia aerea

Torna alla cartina

 

29. Lazise - 30. Cisano

L'ampio lungolago centrale (praticamente una piazza), andando verso nord, si trasforma in un'elegante lungolago alberato (con pini e panchine). Successivamente la ricca pavimentazione fa spazio alla via in cemento. Ma è proprio qui la parte più interressante. Di lato, ville, campeggi, hotel ospitano alberi altissimi (sequoie, querce, platani,

pioppi...). Non ricordo in nessun altra parte del lago alberi così grandi e spettacolari.

Fotografia aerea

Torna alla cartina

 

Continua...